|

giovedì 6 dicembre 2012

Variazioni della massa ossea negli sportivi

Durante la stagione sportiva è possibile registrare negli atleti variazioni significative della massa ossea.

LIFE STYLE
variazioni stagionali osso

L’evidenza giunge da uno studio condotto presso il centro di ricerca muscoloscheletrica della Griffith University, Australia. Gli autori hanno esaminato alcune caratteristiche antropometriche dei membri di una squadra professionale di rugby in cerca di una relazione tra il tipo e l’incidenza degli infortuni che si verificano durante gli incontri.

In totale sono stati esaminati, all’inizio e al termine della stagione sportiva, 37 giovani atleti (età media 24.3 anni). Gli si è valutata la composizione corporea, la geometria e la resistenza ossea e, con esame ultrasonometrico, la densità minerale dell’osso.

Dall’esame è emerso che la massa magra si riduceva progressivamente negli atleti durante la stagione (pre=81.45(7.76) kg; post=79.89(6.72) kg), mentre la densità minerale totale cresceva fino a metà stagione (pre=1.235(0.087) g/cm(2); mid=1.296(0.093) g/cm(2)) per poi ridursi in modo statisticamente significativo (post=1.256(0.100)). Gli autori hanno notato che il valori della densità minerale ossea totale valutata all’inizio della stagione, così come la massa grassa e magra iniziale, il peso e la massa ossea tibiale predicevano l’incidenza di infortuni ossei. Nessun’altra relazione si rendeva evidente tra la composizione corporea e il rischio d’infortunio.

Complessivamente l’analisi ha riscontrato nei giocatori significative alterazioni antropometriche durate il corso della stagione sportiva. Tra questi: una generale riduzione della massa muscolare ed un iniziale aumento della massa ossea, seguita poi da un declino.

Source:Georgeson EC, Weeks BK, McLellan C, Beck BR. Seasonal change in bone, muscle and fat in professional rugby league players and its relationship to injury: a cohort study. BMJ Open. 2012