|

mercoledì 9 ottobre 2013

Osteoporosi maschile: buoni risultati con terapia combinata

Studio pilota dimostra efficacia della doppia terapia risedronato – teriparatide nel promuovere densità minerale ossea nell’anziano affetto da osteoporosi.

osteoporosi maschiole

Risultati positivi da un recente studio pilota che ha investigato l’impatto di una terapia combinata risedronato – teriparatide sulla densità minerale ossea nel paziente osteoporotico uomo. L’analisi non è la prima ad aver valutato l’impiego di due farmaci per promuovere la salute ossea, ma si distingue per i due composti testati: risedronato – teriparatide, invece di teriparatide e bisfosfonati.

Scopo dello studio è stato proprio confrontare l’efficacia di questo regime rispetto ad altre soluzioni combinatorie e alla mono-terapia classica.

L’analisi, condotta dai ricercatori del dipartimento di malattie metaboliche dell’osso presso la Columbia University di New York, si è svolto nella forma di studio randomizzato doppio cieco, in cui i due farmaci venivano somministrati individualmente oppure in combinazione per 18 mesi in 29 individui di sesso maschile caratterizzati da un basso valore di densità minerale ossea.

Gli autori hanno quindi rilevato che a distanza di 18 mesi dall’inizio del trattamento, tutte e tre le terapie promuovevano un aumento della densità minerale ossea, senza significative differenze tra di esse.

Tuttavia, la terapia combinata determinava un aumento della densità minerale a livello dell’anca e del collo femorale significativamente superiore rispetto a quanto osservato con le due mono-terapie.

Non solo, gli autori hanno anche potuto riscontrare delle differenze in alcuni marker biologici della salute ossea associate alle diverse terapie. La terapia combinata correlava con livelli superiori del marker pro-collagene sierico di tipo 1(P1NP) e del telo-peptide C cross-linkato, entrambi indicatori di deposizione di nuova matrice ossea.

In conclusione, lo studio ha sottolineato come la terapia combinata di risedronato – teriparatide rappresenti una nuova possibile strategia farmacologica per la gestione dell’osteoporosi maschile, poiché capace di promuovere un aumento della densità minerale ossea in distinti siti scheletrici tipicamente soggetti ad un elevato rischio di frattura da fragilità.

Source:Walker MD, Cusano NE, Sliney J Jr et al. Combination therapy with risedronate and teriparatide in male osteoporosis. Endocrine. 2013