|

venerdì 28 settembre 2012

Dalla dieta il segreto per prevenire le fratture ossee nell’anziano

L’apporto di adeguate quantità di calcio, fosforo, vitamina B 12, proteine e grassi insaturi, insieme a un consumo moderato di alcol può proteggere dall’osteoporosi.

nutrizione fratture ossee

Lo studio, dal titolo “Three-City Study” è stato condotto dai ricercatori francesi del dipartimento di epidemiologia nutrizionale dell’Institut National de la Santé et de la Recherche Médicale di Bordeaux. I risultati sono stati presentati sulla rivista Osteoporosis International.

Gli autori hanno analizzato le relazioni tra distinti regimi alimentari e il rischio di fratture ossee osteoporotiche negli individui anziani, prestando attenzione alla composizione in nutrienti delle diete.

In totale sono stati analizzati i dati relativi a 1482 soggetti, dei quali erano disponibili dettagliate informazioni sulla composizione della dieta e sulla successiva incidenza di fratture dell’anca, del polso e delle vertebre.

Dalle analisi statistiche è emerso che un pattern alimentare variegato denso in nutrienti e ricco in calcio, fosforo, vitamine B12, A e C, insieme a un consumo moderato di alcol e adeguate quantità di proteine e grassi polinsaturi correlava con un rischio di frattura del polso inferiore pari al 19%. Lo stesso tipo di alimentazione si associava ad un rischio del 24% inferiore di soffrire fratture in qualunque sito scheletrico.

I ricercatori hanno inoltre osservato che un particolare pattern alimentare, tipico delle regioni  del Sud-Ovest della Francia, ricco in calcio, fosforo, vitamina D, retinolo, alcol, proteine e grassi prevalentemente polinsaturi, meno abbondante in Vitamine del gruppo C, E, K, carotene, folati e fibre frutta e verdura, ma decisamente abbondante in formaggi, latte e salumi, si associava ad un rischio di fartture dell’anca inferiore del 33%.

In conclusione, gli autori hanno indicato come l’apporto di adeguate quantità di calcio, fosforo, vitamina B12 e grassi insaturi - nutrienti contenuti nella maggior parte delle diete ricche in latticini e salumi - unitamente ad un consumo coscienzioso di alcol, possa assicurare una forte protezione contro le fratture ossee da fragilità nell’anziano.

Source:Samieri C, Ginder Coupez V, Lorrain S the al. Nutrient patterns and risk of fracture in older subjects: results from the Three-City Study. Osteoporos Int. 2012